Home / CASA ESTERNI / COME FAR RIPRODURRE LA LAVANDA (PER AVERLA SEMPRE A CASA)

COME FAR RIPRODURRE LA LAVANDA (PER AVERLA SEMPRE A CASA)


talea lavanda 2

La lavanda è una pianta ornamentale aromatica molto apprezzata per decorare i giardini. È una pianta abbastanza semplice da coltivare e non richiede particolari attenzioni per prosperare. La tecnica più adoperata per riprodurre questa pianta è il metodo della talea.

1. Come far riprodurre la lavanda

Per aumentare la probabilità di successo, è meglio prelevare e mettere a dimora le talee nel periodo compreso fra luglio e agosto. Prelevate dunque con estrema attenzione alcune talee prodotte dai rami generati durante l’anno in corso che abbiano una lunghezza di circa quindici centimetri. Eliminate le foglie alla base della talea per evitare che la nuova piantina di lavanda perda troppa acqua e si disidrati.

Procuratevi una cassetta di legno, di quelle che solitamente si adoperano per contenere la frutta. Riempitela con torba mischiata a terriccio universale in parti uguali dopodiché piantate le vostre talee. Sistemate la cassetta in un luogo ombreggiato e al riparo da correnti d’aria e lasciatela lì fino al termine dell’autunno. Innaffiate regolarmente senza eccedere e solamente quando il terreno appare asciutto. Durante la stagione invernale dovrete mettere la cassetta in cantina luminosa o in un altro luogo che non scenda mai al di sotto degli 8°C. (Continua da pagina 2)

COME COLTIVARE LA LAVANDA? SCOPRIAMOLO DA PAGINA 2 >


Pagina 1 di 4